Come trovare gli Alieni e la soluzione per il cancro durante la pausa caffè ovvero Il calcolo distribuito!

seti-program

Cos’è?

Il calcolo distribuito… non è una malattia che si espande nel vostro corpo a vostra insaputa. Non è il piatto tipico del pianeta Melone 3. Non è neanche la risposta alla domanda da un milione di euro di Jerry Scotti.
Difficilmente lo incontrerete al bar intento a prendersi un caffè, in piscina a farsi una nuotata o in coda alla posta per pagare le bollette…
Se qualcuno vi suonasse il campanello di casa presentandosi come il Sig.Calcolo Distribuito diffidate di lui e non apritegli, probabilmente sarà qualcuno che vuole vendervi un set di pentole di bassa qualità (alla seconda frittata già mi si erano bruciate…).

E’ vero, non morde, non fa i bisogni sul tappeto appena regalatovi dalla nonna, non fa buche in giardino proprio la volta che vi eravate decisi a prendervene cura. Non pare essere qualcosa di trovabile da un veterinario, in un qualsivoglia negozio e neppure al mercatino delle pulci. Più probabilmente vi potrete imbattere in lui mentre vi aggirate vaghi per la rete, e non è nemmeno un virus! In se altro non è che un’idea tanto semplice quanto geniale: sfruttare la potenza di calcolo del più gran numero possibile di computer che si possano connettere alla rete: sono milioni e milioni, perché non sfruttarli? Ma sopratutto, perché? Esisterà mica un Genio del Male che vuole imbrigliarci tutti nella sua rete e punzecchiarci il didietro con il suo tridente?, vi chiederete.

Probabilmente sì è la risposta, ma non è questo il caso. In realtà tutto inizia dalla ricerca scientifica, in particolar modo dall’università di Berkeley in quel della California una decina di anni fa.
Sì, prprio in quel luogo dove è partito ed è tuttora in corso il progetto SETI il cui scopo è la ricerca di segnali sonori di origine artificiale nello spazio, in pratica di extraterrestri (vedi anche il libro e film “Contact“).
Ricordate tutte quelle immense parabole puntate verso lo spazio alla ricerca di segnali sonori? No? Beh, comunque sono tante e sopratutto incanalano moli enormi di dati da elaborare, ma così tanti che pure un super computer avrebbe difficoltà a lavorare, sopratutto in tempi decenti.

D’altro canto appunto esistono milioni di computer nel mondo, di cui molti addirittura rimangono accesi anche se non utilizzati. Dunque perché non cercare la collaborazione anche di questi ultimi? E così nasce [Boinc] (Berkeley Open Infrastructure for Network Computing), un programma open source leggero e pratico che altro non fa che mettere in comunicazione il calcolatore centrale con i vari computer sparsi per il globo terracqueo, quale ad esempio il mio.

Anche se il mio criceto Homer solo a veder la ruota gli prende una onco, può esser d’aiuto. D’altro canto basta installare ed avviare Boinc e collegarsi ad uno dei vari progetti che ci può interesssare. Inutile che speriate di trovare progetti su come meglio conquistare uomini o donne, o quale sia la tattica migliore a world of warcraft. Ovviamente troverete il progetto [email protected] da cui si è sviluppata l’idea, ma troverete anche molto altro, spaziando dalla pura matematica, primegrid.com, alla ricerca medica malariacontrol.net a quella climatologica, climateprediction.net e molti altri ancora.

Come Funziona

boinc 600Basta avviare Boinc, agganciarsi al progetto scelto ed ecco che arriva la prima unità di calcolo (work unit) e il criceto si metterà a lavorare, a meno che non la scambi per una ciambella. Vi possono essere wu (work unit) più o meno lunghe, a secondo da quelle a disposizione in quel momento, o anche che in quel momento non ve ne siano di disponibili: un po’ di pazienza ed arriveranno.
Il programma Boinc lascia diverse opzioni: da quanta memoria mettere a disposizione, a quando farlo lavorare (sempre o a computer inattivo) e via dicendo, ma sempre in background e non disturbando le altre operazioni. Ovviamente il calcolo funziona solo a computer acceso, ma non necessariamente quando si è collegati alla rete: il collegamento è fondamentale per ricevere le wu e rispedirne indietro i risultati. Alla voce wu di Boinc vedrete il/i progetto/i cui siete collegati, la percentuale di calcolo effettuata, il tempo trascorso da quando la avete iniziata, il nome del progetto, il tempo previsto che vi ci vorrà a concluderla e attenzione attenzione la scadenza/deadline: tenetela d’occhio in rapporto al tempo che si suppone impiegherete a finire il calcolo: oltre quella data il vostro risultato non verrà preso in considerazione… lo fanno per avere anche dei tempi certi di elaborazione…

Ad ogni calcolo rimandato indietro vi saranno dati dei punti che variano a secondo della mole del calcolo. No, non servono a vincere il set di pentole di cui sopra e nemmeno a vincere una chissà quale fantaclassifica. Semplicemente saranno una sorta di punteggio di quanto avete fino a quel momento collaborato. Ovviamente il lavoro effettuato dal nostro criceto è gratutito e su base volontaria, non esistono premi ne compensi… Abbiamo dato a nostro modo una mano alla ricerca, assieme ad altre migliaia di computer… col tempo i risultati ci saranno e anche noi avremo fatto il nostro. Non è cosa da poco…

Come già detto tra un progetto e l’altro sono collegati migliaia se non milioni di computer dentro i quali stanno sì dei criceti ma dietro quegli schermi sembrano esserci delle persone in carne e tastiera che sembra vogliano comunicare tra loro. A tal proposito si sono formati dei gruppi, su base aziendale, universitaria, geografica e così via. Può risultare utile entrare a far parte di uno di essi a scelta. Tra i tanti si può consigliare boinc.italy.org, in cui vi trovate tanti iscritti. Ovviamente essendoci tante persone sarà difficile legare con qualcuno in particolare, ma troverete diverse notizie e forum decisamente attivo su singoli progetti, trucchi vari overclock compreso e topic più generici.

L’idea di fondo è decisamente interessante, di problemi, a parte un po’ di surriscaldamento del computer non ce ne sono, e si da una mano alla ricerca… Basta fare il primo passo e vedrete che anche il criceto Homer ne sarà contento.

Link utili:

boinc.italy: sito italiano su boinc in generale (dalla home si scarica il programma)
boinc: sito ufficiale, permette anche di creare un account manager e molto altro

I commenti sono chiusi.